Sabato 29 aprile 2017 – ore 10 nel parco di Arenzano

(zona pratone)

 

L’ultimo sabato di aprile si festeggia la giornata mondiale del  Tai Chi Quan: è una disciplina cinese che nasce nella sua forma originaria come arte marziale – quello che ora è conosciuto come stile Chen – e che si evolve poi in varie altre forme, che mettono maggiormente in evidenza gli aspetti riguardanti la salute, come per esempio la forma Yang semplificata (Jian Hua), che viene codificata intorno agli anni 60 e introdotta in Cina come materia di studio nelle scuole.

Lo scopo comune è quello di mantenere in salute il praticante o di ristabilirne l’equilibrio energetico laddove sia venuto a mancare. Per raggiungere tali obbiettivi si utilizzano degli esercizi di concentrazione e di movimento, volti al raggiungimento della calma mentale e all’aumento del potenziale fisico.

Il Chi Gong invece è una disciplina che fa parte della Medicina Tradizionale Cinese, le cui origini si possono far risalire a più di 4000 anni nell’antichità.

Alla base di essa sta il concetto che la natura e l’essere umano formano un’unica entità e che l’esercizio fisico, combinato con quello mentale, può portarci ad un miglioramento delle nostre condizioni fisiche e psichiche.

Il termine “Chi gong” si rifà alla teoria cinese secondo cui esiste un flusso inarrestabile, quello del “Chi” appunto, che porta salute e benessere. Il “Chi” fluisce nel nostro corpo (ma anche nell’universo) e lo mantiene in armonia e in salute; se si creano dei “blocchi” al suo scorrere, compaiono problemi e malattie; praticando gli esercizi di Chi gong è possibile ripristinarne il corretto fluire e riportare l’armonia.

Gabriella Giuliari, cell. 347-42.77.925

e-mail gabriella_taiji@yahoo.com

sito: http://www.gabriellataiji.altervista.org/

Post suggeriti
Contattaci

Non siamo disponibili al momento, lasciateci un messaggio e vi risponderemo al più presto, grazie.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt